Please wait...

Premi

Premio Vittorio Ventafridda – Il valore delle scelte

Riservato alle comunicazioni orali inerenti al fil rouge del Congresso.

La X edizione del “Premio Vittorio Ventafridda” ha come tema quello dei “Limiti e orizzonti nella cura”.
La comunicazione orale potrà trattare il tema “Limiti e orizzonti nella cura” sotto tutti i profili: clinico-assistenziale, psicologico, sociale, spirituale, organizzativo, etico-deontologico, giuridico, antropologico, culturale, eccetera. L’autore potrà approfondire il tema dei limiti e degli orizzonti di cura da varie prospettive: individuale (malato, familiare/caregiver, professionista sanitario), di gruppo (famiglia, équipe, rete relazionale) o organizzativa-istituzionale al fine di offrire la più ampia esplorazione di tutti i possibili risvolti del tema prescelte come fil rouge del congresso.

Tutti i lavori giudicati più meritevoli dai Referee del Board Scientifico saranno inseriti in sessioni dedicate del programma scientifico, mentre un’apposita Commissione valuterà in sede di Congresso le tre migliori comunicazioni orali presentate sulla base della rilevanza del contenuto, dell’originalità delle esperienze realizzate e dell’efficacia della presentazione.

N.B: Tutte le altre proposte che non saranno state giudicate adeguate per la presentazione nell’ambito delle sessioni congressuali dedicate, saranno comunque valutate per un loro inserimento nell’ambito delle sessioni dedicate alle presentazioni dei poster.

  • per l’autore che presenta il lavoro in sede congressuale: n. 1 iscrizione gratuita (o rinnovo) alla Società per il 2019 e l’iscrizione al “XXVI Congresso Nazionale SICP 2019”
  • per 2 co-autori n. 1 iscrizione gratuita (o rinnovo) alla Società per il 2019.
  • per l’autore che presenta il lavoro in sede congressuale: n. 1 iscrizione gratuita (o rinnovo) alla Società per il 2019 e l’iscrizione al “XXVI Congresso Nazionale SICP 2019”
  • per 1 co-autore n. 1 iscrizione gratuita (o rinnovo) alla Società per il 2019.
  • per l’autore che presenta il lavoro in sede congressuale: n. 1 iscrizione gratuita (o rinnovo) alla Società per il 2019 e l’iscrizione al “XXVI Congresso Nazionale SICP 2019”.

ATTENZIONE: i premi non sono cedibili e dovranno essere usufruiti esclusivamente dai vincitori.


Premio Giuseppe De Martini

A tema libero, riservato ai poster.

Saranno premiati i tre migliori poster presentati in sede congressuale, di cui uno almeno a tematica clinica.
I lavori saranno valutati sulla base della rilevanza del contenuto, dell’originalità delle esperienze realizzate e dell’efficacia della presentazione.
I primi tre lavori giudicati più meritevoli, riceveranno i seguenti premi:

  • l’autore che presenta il lavoro in sede congressuale: n. 1 iscrizione gratuita (o rinnovo) alla Società per il 2019
  • per 2 co-autori n. 1 iscrizione gratuita (o rinnovo) alla Società per il 2019.
  • per l’autore che presenta il lavoro in sede congressuale: n. 1 iscrizione gratuita (o rinnovo) alla Società per il 2019
  • per 1 co-autore n. 1 iscrizione gratuita (o rinnovo) alla Società per il 2019.
  • per l’autore che presenta il lavoro in sede congressuale: n. 1 iscrizione gratuita (o rinnovo) alla Società per il 2019.

ATTENZIONE: i premi non sono cedibili e dovranno essere usufruiti esclusivamente dai vincitori.


Requisiti degli autori che concorrono per il Premio Vittorio Ventafridda o Giuseppe De Martini e che presenteranno il lavoro in sede congressuale

  • età inferiore ai 45 anni

ATTENZIONE: è ammessa la partecipazione in via esclusiva a uno solo dei premi (Ventafridda o De Martini).


Premio Migliore Pubblicazione su Riviste Scientifiche

Nel 2018 verrà istituito per la prima volta un premio alle due migliori pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali o sulla Rivista Italiana di Cure Palliative – RICP da parte di soci SICP negli ultimi 2 anni (2017-2018).
I lavori pubblicati dovranno essere pertinenti alle tematiche specifiche delle Cure Palliative.
L’autore principale del lavoro dovrà inviare il testo del lavoro per email a congressi@sicp.it entro il 03/09/2018.
Un’apposita Commissione valuterà le pubblicazioni inviate, selezionandone due che riceveranno i seguenti premi:

  • 1 iscrizione al congresso EAPC 2019 (pagamento della quota d’iscrizione della I deadline da parte di SICP)
  • 1 Iscrizione gratuita al “XXVI Congresso Nazionale SICP 2019”

ATTENZIONE: i premi non sono cedibili e dovranno essere usufruiti esclusivamente dai vincitori.

 Presentazione dei lavori vincenti i premi (Ventafridda, De Martini, migliore pubblicazione)

Gli autori vincitori dei premi dovranno presentare i loro lavori durante la premiazione, sabato 17 novembre mattina (orario in via di definizione) in sala “Concordia A”.

Ogni autore avrà a disposizione massimo 5 minuti per la propria presentazione (no discussione).


Istruzioni per la preparazione di tutti gli abstract

  • Titolo dell’abstract: in Alto/basso, no tutto in maiuscole.
    Il titolo dell’abstract deve essere sintetico, informativo, preciso e coerente con il contenuto e dovrà contenere al massimo 20 parole.
    Nel titolo non sono ammessi riferimenti all’ente di appartenenza/città, né il nome commerciale di farmaci.

 

  • Autori: in questa sezione devono essere indicati coloro che hanno contribuito in maniera significativa alla realizzazione dello studio. Gli autori vanno riportati, separati da virgola, indicando per esteso nome e cognome, senza indicazione dei titoli accademici. Di regola il primo autore è quello che ha scritto l’abstract e che lo presenterà in sede congressuale

 

  • Affiliazione: devono essere indicati servizio/dipartimento e istituzione di ciascun autore, città, paese di provenienza nel caso di presentazioni provenienti da autori esteri.
    L’affiliazione o istituzione non deve essere citata nel corpo dell’abstract, a garanzia dell’indipendenza della valutazione. Gli abstract riportanti dati identificativi nel testo (es. ente di appartenenza) potranno essere esclusi ad insindacabile discrezione dei revisori.

 

  • Testo: esclusivamente in italiano, non saranno accettati abstract inviati in altre lingue. Il testo non deve superare le 1000 parole e non deve essere inferiore alle 250, incluse eventuali voci bibliografiche (titolo ed autori esclusi). Eventuali strategie per ridurre il numero di parole impropriamente (ad es. scrivere due parole unite) verranno considerate come errore e potranno portare all’esclusione dell’abstract.
    Il testo non può contenere tabelle grafici o foto, né devono essere inserite particolari formattazioni (grassetto, apici, ecc.), né simboli, caratteri speciali, elenchi puntati.
    Non includere nel testo l’istituzione di appartenenza e/o coinvolta nel lavoro, né il nome commerciale di farmaci.